richiesta mutuo, millemutui

Si tratta di un vero percorso, talvolta lungo ma non impossibile da percorrere. Scopriamo insieme come richiedere un mutuo.

Per effettuare una richiesta mutuo è obbligatorio seguire un strada, uguale per tutti. Qui ne riassumiano i passaggi principali.

La prima cosa da fare è capire quali sono i documenti mutuo da presentare alla banca scelta per il finanziamento. Questa domanda dovrà essere presentata su un modulo apposito, indicando:

  • i propri dati anagrafici
  • le caratteristiche dell’immobile che si vuole dare a garanzia del prestito
  • la somma che si richiede
  • la durata del finanziamento

In più, al modulo bisognerà allegare altri documenti richiesta mutuo strettamente legati al futuro mutuatario:

  • fotocopia della carta di identità e del codice fiscale
  • certificato di residenza
  • stato di famiglia
  • copia del Cud o del modello Unico (a seconda che il richiedente sia un lavoratore dipendente o autonomo)
  • fotocopia dell’ultima busta paga per il lavoratore dipendente e copie di almeno due estratti conto se si tratta di lavoratore autonomo.

Completano tale fase le informazioni riguardanti l’immobile, cioè fotocopia del compromesso, dell’atto di provenienza e della planimetria catastale.

La seconda fase dell’iter mutuo comincia con la perizia tecnica da parte della banca attraverso un proprio perito. Quest passggio è essenziale per stabilire il valore commerciale dell’immobile. I periti analizzeranno anche i documenti presentati e, se l’istituto di credito accoglierà la domanda di mutuo, si passerà alla delibera di concessione, cioè il primo “via libera” verso la concessione mutuo. Ricordiamo che per tale fase, chiamata istruttoria, la banca può impiegare fino a due mesi di tempo. A questo punto si procederà con la verifica della capacità creditizia del richiedente e, in esito positivo, la banca potrà definitivamente approvare il prestito.

A questo punto si può partire con la fase successiva, cioè la stipula del contratto di mutuo davanti al notaio. Bisogna ricordare che l’importo è proporzionato al valore dell’immobile per cui bisogna valutare prima il costo notaio acquisto prima casa. In seguito verrà eseguita un’ipoteca casa presso i registri immobiliari e trascorsi tempi di attesa (che di solito sono circa 10 giorni) si passa alla fase finale, cioè l’erogazione del prestito.

Per avere un’idea della possibile richiesta mutuo, è utile verificare tramite il nostro calcolatore, cliccando su CALCOLA MUTUO ONLINE.

Hai ancora dubbi sull’argomento?

Scrivici un commento, contattaci o chiamaci. Saremo lieti di trovare la migliore soluzione per te.

Photo by rawpixel on Unsplash
Seguici anche su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *