Se non conosci il tuo merito creditizio, puoi inviare una richiesta al CRIF, azienda globale specializzata in sistemi di informazioni creditizie

Oggi se acquistiamo un bene tramite la richiesta di finanziamento come un mutuo per la casa o un prestito per comprare un’automobile, veniamo automaticamente iscritti nei SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie), cioè registri informatici in cui sono raccolti i dati finanziari di tutti i privati e le imprese che richiedono un prestito. È importante sapere che nel database sono inseriti anche coloro che hanno fatto una qualsiasi richiesta di finanziamento pur se non è stato accettato e in più possiamo risalire alle informazioni dei “cattivi pagatori”. Per accedere a questi dati basta compilare il modulo Crif.

In Italia, il principale archivio finanziario è l’Eurisc gestito da Crif, azienda riconosciuta a livello globale per essersi specializzata in sistemi di informazioni creditizie, con la quale collaborano quasi tutte le banche italiane. Eppure non solo gli istituti di credito e le finanziarie possono avere accesso alle informazioni dei loro clienti, ma chiunque può avere una propria valutazione merito creditizio attraverso il modulo richiesta crif e i documenti identificativi (carta d’identità o passaporto in corso di validità). Il Crif darà l’esito entro 30 giorni dalla ricezione della documentazione completa.

Attenzione a non rientrare nella blacklist: in caso di ritardo del pagamento della rata per due mesi consecutivi si riceve una segnalazione Crif come cattivo pagatore. La banca, però, è obbligata a inviare un preavviso in cui si informa che la segnalazione sarà resa disponibile sul SIC se non viene tempestivamente sanata. La segnalazione può essere eliminata? Sì, di solito avviene in modo automatico da parte della Centrale Rischi ma talvolta sollecitare inviando un’istanza in cui si devono spiegare i motivi della cancellazione.

Desideri avere un Crif modulo da compilare per verificare il tuo merito creditizio? Qui puoi accedere al modulo Crif online sul sito ufficiale.

Hai ancora dubbi sull’argomento?

Scrivici un commento, contattaci o chiamaci. Saremo lieti di trovare la migliore soluzione per te.

Seguici anche su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *